• ‘Nduja a Roma

    ‘Nduja a Roma

    spalma che ti passa

    Kalibrì propone prodotti tipici calabresi di tutti i tipi: da noi potete trovare la ‘Nduja a Roma , ma anche salsiccia dolce e piccante, soppressata, capocollo, guanciale e pancetta. I salumi sono preparati con suino nero di Calabria, secondo i procedimenti tradizionali. Ricordando che ciò che differenzia questo suino è mantello nero con setole ispide e abbondanti. La particolarità di questi animali è dovuta alla loro carne magra, ottima per la produzione di insaccati. Oltre alla ‘Nduja a Roma abbiamo anche formaggi selezionati, tra i quali spiccano i migliori caciocavalli della regione, il pecorino di Crotone e le provole di latte vaccino e di latte misto della Piana di Sibari.


  • Selezioniamo per voi

    'NDUJA

    La ‘Nduja calabrese è una delle più famose eccellenze della regione. Per gustare un’ottima e piccante ‘ Nduja a Roma , il posto migliore è Kalibrì. La ‘Nduja è un salame morbido spalmabile, famoso per essere estremamente piccante. È un prodotto tipico del Monte Poro, ma l’area di produzione coinvolge diversi comuni del vibonese.

    Per produrre la ‘Nduja si usa carne di maiale, grasso e ovviamente peperoncino in abbondanza. Il peperoncino, oltre a conferire al salume un sapore piccante, gli dona anche il suo tipico colore rosso acceso.

    Soppressata 

    La soppressata calabrese si prepara a partire dalle parti migliori della coscia del maiale, che vengono private dei nervi, tritate e insaccate in budello naturale. Per il budello si usa solo la zona dell’intestino crasso, lavato con acqua, vino e limone. Una volta riempito lo si fora con uno spillo e lo si lascia asciugare all’aria per un paio di settimane. Passate due settimane, le si pressa su un tavoliere per una settimana e si rimettono ad asciugare per altre due settimane. Si ripete l’operazione della pressatura e si conclude con una stagionatura di cinque o sei mesi.

    Caciocavallo Silano

    Il caciocavallo silano è tra i formaggi a pasta filata più antichi del sud Italia. Pare che la sua produzione risalga al 500 a.C. e sia citata da Ippocrate in uno dei suoi testi. Lo si ottiene usando solo latte intero fresco, proveniente da bovini allevati sul territorio.

    Pecorino Crotonese

    Il pecorino crotonese è un formaggio a pasta dura, ottenuto solo da latte di pecora di razza Gentile. La sua stagionatura va dai 4 mesi ai 2 anni e le forme possono pesare fino a 7 chilogrammi. Ha un sapore dolce e pieno, che quando stagionato a sufficienza ben si sposa con la pasta.