• Riso Carnaroli a Roma

    Riso Carnaroli a Roma

    Nella bottega Kalibrì è possibile trovare riso Carnaroli a Roma, riso Gange e riso Nero, tutti prodotti nella Piana di Sibari. È inoltre disponibile il pane di Cerchiara di Calabria e i filei calabresi, oltre che molti altri formati di pasta.


  • Pane di Cerchiara di Calabria e filei calabresi



    Riso Carnaroli, Gange e Nero

    Se siete in cerca di uno straordinario riso Carnaroli a Roma, o anche di un Riso Gange o di riso Nero, noi possiamo fornirvi ciò che cercate.

    Pochi sanno che in Calabria ci sono anche diverse risaie, concentrare nella Piana di Sibari. La coltivazione del riso è una relativa novità per la regione, poiché risale ad appena gli anni ’50. Inoltre, fino a qualche anno fa i produttori tendevano a vendere il risone grezzo ad aziende del Nord, che si occupavano delle ultime fasi di lavorazioni. È solo nell’ultimo decennio che hanno iniziato a comparire stabilimenti pensati per gestire tutta la produzione del riso, dalla semina fino al confezionamento. In questo modo si offre un prodotto in tutto e per tutto calabrese, dotato di qualità straordinarie.

    Il riso Carnaroli a Roma da noi venduto, in particolare, è un riso superfino grosso e lungo circa 7 millimetri. Ha una consistenza naturalmente al dente, che lo rende ideale per i risotti. Il terreno di natura alluvionale e salmastro della Piana di Sibari gli conferisce proprietà organolettiche uniche.



    Pane di Cerchiara

    Il pane di Cerchiara sta venendo riscoperto in questi ultimi hanno, grazie alla sua straordinaria durata e bontà. Infatti è in grado di rimanere ottimo e morbido anche dopo 15 giorni, mantenendo inalterato il suo aroma. Il merito è della lievitazione naturale, che prevede l’uso solo di lievito madre, e della cottura nel forno a legna.

    L’impasto è composta da un 60% di farina di grano tenero e da un 40% di crusca, impastate con il lievito e con acqua di sorgente. Lo si lascia quindi a lievitare in appositi cassettoni di legno e intanto si riscalda il forno a legna, fin quando non raggiunge i 300°. Una volta che il forno è abbastanza caldo, si elimina la brace e si inforna il pane, chiudendo la bocca del forno. La cottura dura in totale 4 ore e il risultato è un pane dorato fuori e dentro, con una crosta spessa e profumata.